Grandi cose ha fatto il Signore per noi!


Mario:

Cinque anni fa il nostro matrimonio stava prendendo una brutta piega. La routine, lo stress, la mancanza di comunicazione e la cattiva gestione dei rapporti con le nostre famiglie di origine, stavano rendendo la nostra relazione difficile. Capivamo che dovevamo correre ai ripari ma non sapevamo come.

Monica:
Nella mia mente, però, tornava sempre una frase che avevo sentito durante un'omelia " Quando saremo al cospetto del Signore ci chiederà se abbiamo amato come Lui ci ha amato". Così, vincendo la mia timidezza, durante un colloquio chiesi dei chiarimenti e capii che avevo frainteso molte cose e che per tutti questi anni nella mia famiglia avevo dato spazio a tutto e a tutti tranne che a Dio. Perciò mi impegnai e, come primo passo, inizia ad amarLo in mio marito e in mio figlio. Mario notò dei cambiamenti in me e, incuriosito, mi chiese delle spiegazioni.

Mario:
Mi propose di iniziare con lei il cammino di fede, ma io non sentivo questa esigenza anche perchè pensavo che la fede fosse un fatto personale non da condividere con gli altri. Monica non si perse d'animo e continuò a percorrere la strada che aveva intrapreso consolata poichè io, felice dell'atmosfera positiva che si viveva in casa, non la ostacolavo. In seguito, grazie all' amicizia di qualcuno del gruppo, cominciai a partecipare agli incontri delle famiglie. Ricordo che in uno dei primi incontri, qualcuno, paragonando la famiglia ad una chiesa, ci fece notare che anche nelle famiglie è presente un tabernacolo, un Gesù vivo. Chi si sognerebbe di avere comportamenti irriverenti davanti ad un tabernacolo, di fronte a Gesù?

Monica:
Altro passo essenziale fu capire che dovevamo accettarci l'un l'altro con i nostri pregi e difetti e che poteva capitare di litigare, l'importante era ricominciare subito ad amare e farlo per primi. Nei successivi incontri anche Mario iniziava a capire l'importanza di non chiudersi in se stesso ma di condividere con gli altri l'esperienza di Dio. Di certo la sua strada per raggiungerlo non doveva essere necessariamente uguale alla mia, fondamentale era, però, la mèta: Dio che era entrato nella nostra vita e noi l'avevamo accolto. Tutto questo, oltre a portare l'unità tra noi, aveva suscitato l'incredulità in chi ci conosceva. Qualche anno fa non avremmo mai pensato che nella nostra famiglia ci potessero essere tutte queste novità, non ci sentiamo di certo arrivati e sappiamo che dobbiamo ancora camminare e ancora ricominciare, ma possiamo esclamare nel nostro piccolo, anche noi come Maria : " Grandi cose ha fatto il Signore per noi".

Mario e Monica

Santuario Madonna Delle Grazie
70033 CORATO (BA) - Via Castel Del Monte Km. 3
Tel. +39.080.898.06.85 - Fax +39.080.350.34.33
info@santuariomadonnadellegrazie.it

 

Web Design Spark Consulting Srl - www.sparksoft.it